Sitcom “Bagnini” – un capolavoro tutto Toscano

Buonasera a tutti,

non posso fare a meno di redimermi di scrivere qualche cosina riguardo a questa nuova sitcom tutta Toscana, che a me ha fatto schiantare dalle risate solo dall’episodio pilota, a cui sta lavorando un cast tutto d’eccezione e rigorosamente toscano!

Solo per nominare qualche componente del cast: Sergio Forconi, Katia Beni, Ciccio Toccafondi e Stefano Martinelli. Un cast con tanta esperienza, tanta gioventu e tanta tanta tanta (aiutatemi a dire TANTA) voglia di fare e di far ridere.

Ho saputo della realizzazione di questa sitcom da internet, ormai, si sa, sulla rete si trova d’ogni cosa. Ma, appena visto il primo episodio della puntata pilota, non ho resistito dal vedere immediatamente le altre due. In questo post, vi propongo la prima.

Il tutto è ambientato a Marina di Pisa, al “Bagno Impero”, dove lavorano due tuttofare: Ciccio e Stefano. Prende vita così la stagione estiva al bagno, tra la perplessità di Lora e la speranza di Impero (i proprietari del Bagno) che tutto possa andare liscio come ne le precedenti stagioni estive.

Che altro dire… Questi ragazzi si fanno in quattro per portare un po’ di Toscana a giro per l’Italia e per provare a farci fare quattro risate, magari dopo una giornata passata tra i problemi della routine quotidiana. Perché non gli facciamo un po’ di pubblicità e non li seguiamo un po’?

Il sito ufficiale dell’opera è http://www.sitcombagnini.com/, dove potete trovare tutti i contatti necessari per tenervi informati (Facebook, Twitter, Youtube…).

Seguiteli, non ve ne pentirete!

Diego.


Share

Pubblicato su Film, varie. Tag: , , , , , , . Commenti disabilitati su Sitcom “Bagnini” – un capolavoro tutto Toscano

Ricordi di 20 anni fa

E son passati 20 anni da quando, ancora bambino, fui richiamato a casa da un urlo (ancora funzionava cosí: i bambini non avevano il cellulare) di mia madre dai giardini. Si sentiva nell’aria paura del domani, non si sapeva cosa potesse succedere con quella (questa) guerra in corso tra Mafia e Stato. Come per il delitto Mori, Dalla Chiesa o Falcone, speravamo ed attendevamo la smentita.

Incantato davanti alla tv, poi, arrivarono le prime immagini. Inequivocabili. Quella via completamente sventrata, con le macchine irriconoscibili.

Un’altra vita spezzata. La vita di un cittadino che faceva del suo meglio a lavoro, di un magistrato che non guardava in faccia nessuno e non si fidava più neanche dei suoi amici. Voglio ricordarli sorridenti, con la sigaretta tra le dita, in quella foto che campeggia nelle nostre menti e nei nostri cuori.

Voglio salutarli e ringraziarli, perché hanno sacrificato la loro vita per farci capire che possiamo, se vogliamo, modificare il mondo di cui facciamo parte migliorandolo, impegnandoci e non ignorando o fregandosene. Far finta di niente, lasciar perdere e far scorrere tutto convinti che tanto “a noi non possa toccare” é il comportamento che nutre tutte le mafie di questo mondo.


Share

Pubblicato su pensieri e parole. Tag: , , , , . Commenti disabilitati su Ricordi di 20 anni fa