Migliorìe di OpenOffice 3.2

Buonasera a tutti,

proprio dopo qualche giorno dalla grande sentenza giunta dalla Corte Costituzionale, e da qualche giorno in più dalla creazione di un forum completamente italiano di discussione su OpenOffice vorrei parlarvi un po’ delle migliorìe della più famosa suite d’ufficio Open Source.

Prima di tutto il progetto OpenOffice è una suite completa di ufficio che consente di scrivere e leggere documenti nei formati più diffusi dalle case produttrici di codice chiuso e nei formati ODT, standard ISO. Consente inoltre una facilissima esportazione nel formato PDF e la sua diffusione è libera! Potete consigliarlo ad amici, parenti, conoscenti o studiarne e modificarne il codice se volete!

Ha al suo interno un elaboratore testi (writer), foglio di calcolo (calc), uno strumento per creare presentazioni (impress), un elaboratore grafica e diagrammi (draw), un gestore di database (base) e uno strumento per scrivere equazioni matematiche (math).

Una cosa sempre “rinfacciata” a OpenOffice è stata la lentezza nella prima esecuzione all’avvio. L’utente che non riusciva a sopportare ciò rimpiangeva vecchie suite, quasi scocciato, e parlava quasi male di OpenOffice. Dalla versione 3.2 il tempo di avvio si è quasi dimezzato (i risultati variano in base al sistema operativo e all’hardware utilizzato)! 🙂

Una delle paure del nuovo utente è “ma ho sempre usato un’altra suite, come faccio?”. OpenOffice supporta tutti i formati propetari più conosciuti, anche tra i più recenti, sia in lettura che scrittura. Credo, personalmente, che la comunità abbia usato un sistema di reverse engineering.

Comunque, signori, provare non costa niente. In molti già lo usano o provano. I download in italiano sono stati 651. 917 nel mese di gennaio 2010 (21.030 al giorno). Provate e fatemi sapere! 🙂

Ciao, alla prossima.

Rai per una notte

Ciao a tutti,

vi riscrivo dopo poco più di un mese dall’ultimo post con immenso piacere per raccontare di un evento che si terrà a Bologna domani (Giovedì 25 Marzo 2010).

La Fnsi ha deciso di organizzare “Rai per una notte”, uno sciopero bianco per la difesa della libertà di stampa e dell’informazione che si terrà Giovedì 25 marzo, dalle ore 20 alle 24, al Paladozza di Bologna.

Rai per una notte sarà una manifestazione – trasmissione condotta da Michele Santoro con la partecipazione di Giovanni Floris, Daniele Luttazzi, Marco Travaglio e la squadra di Annozero e molti altri ospiti del mondo del giornalismo e dello spettacolo.

Alcuni di questi sono: Roberto Benigni, Antonio Cornacchione, Elio e le Storie Tese, Emilio Fede, Milena Gabanelli, Sabina Guzzanti, Gad Lerner, Trio Medusa, Mario Monicelli, Morgan, Nicola Piovani, Norma Rangeri, Filippo Rossi, Barbara Serra, Vauro e Antonello Venditti.

La Fnsi e l’Usigrai metteranno a disposizione su Internet le riprese video e audio della manifestazione e consentiranno a tutti coloro che vorranno di riprendere e trasmettere in Tv o per radio l’intero evento.

Personalmente seguirò questo evento, e inviterei tutti quanti a farlo e di spargere la voce! Sharate qua sotto.

Grazie, come sempre, per l’attenzione,