Aiuto alle crisi di astinenza da talk show

Buonasera,

Se siete in crisi di astinenza da talk show, potete leggere questo articolo.

“Io non ti ho interroto, fammi finire”
“Finisco di esprimere il concetto”
“La risposta dopo la pubblicità”
“Vediamo il cartello 2”
“Non vi sovrapponete”
“Un attimo e ti faccio rispondere”
“Eh no. Ho diritto alla replica”
“Non ho parlato per niente, vorrei la parola”

E poi si chiedono perché uno non li guarda più

Pubblicato su pensieri e parole, varie. Tag: , , , . Commenti disabilitati su Aiuto alle crisi di astinenza da talk show

Coerenza in politica e “questione morale”

In periodi di crisi, si prova a svalutare il valore umano delle persone: ormai ciò è certo. E’ più facile essere tentati da poltrone, soldi facili e incarichi vari.

Stamani sono stato contattato da una persona che mi è amica, al di là del pensiero politico che è MOLTO distante dal mio, per entrare a far parte di una lista elettorale nel Comune in cui ho la residenza (non è Prato, nonostante la mia vita si svolga per la maggior parte li). Ora mi chiedo, aldilà del singolo episodio: ma si informano prima di mettere gente in lista? O si informano solo sul numero di parenti/possibili votanti? Ci manca che fermino per strada: “Ehi tu, moro! Ti vuoi candidare?”.

Neanche lontanamente ho una vicinanza con questa lista, e sono seriamente preoccupato della morale di chi si dovrà occupare della cosa pubblica. Vista la mia lontananza da queste persone è inutile affermare che il rifiuto che gli ho dato è stato scontato e palese.

Sfrutto questo post per dire anche che la mia dignità e le mie idee non sono in vendita per una poltrona da Consigliere Comunale o per 80 euro in busta paga.

Ciò non vuole attaccare nessuno, infatti non ho fatto nomi ne di persone ne di liste, ma ci tenevo a fare questa riflessione pubblicamente e con trasparenza.

Pubblicato il programma del PGDay 2012

È stato finalmente pubblicato e reso noto il programma del PGDay, che prevede due percorsi paralleli, uno di livello intermedio e l’altro ricco di tutorial per coloro che si avvicinano anche per la prima volta a PostgreSQL.

Ospiti graditi della comunità internazionale saranno Simon Riggs (code committer di PostgreSQL) e Andres Freund (sviluppatore) che terranno il “Keynote speech” sugli sviluppi in corso per l’aggiunta della replica Multi-Master in PostgreSQL.

Nella sezione generale, oltre a delineare le novità della versione 9.2, verranno affrontati argomenti come migrazioni da Oracle a PostgreSQL, integrazione PostgreSQL/Java con JCA, alta disponibilità, monitoraggio, unit testing, noSQL e JSON.

Nella sezione tutorial, verrà presentato il progetto PostgreSQL, un intervento utile sia per i neofiti che per coloro che già conoscono Postgres. Si parlerà inoltre di stored procedure, analisi dei log (per valutazione performance e monitoraggio), scalabilità (database di grandi dimensioni), di funzioni window e degli indici GiST.

Infine, è stata riservata una sessione speciale per i “lightning talk“, che danno la possibilità a tutti i partecipanti di diventare protagonisti per 5 minuti (tassativi), salendo sul palco e condividendo le proprie esperienze e i propri progetti con Postgres.

Si segnalano inoltre eventi sociali sia la sera del giovedì 22 che del venerdì 23, subito dopo l’evento. Di particolare rilievo è la PGBistecca, cena con bistecca alla fiorentina in un noto ristorante tipico, nel centro storico di Prato (posti limitati).

Fonte: http://2012.pgday.it/pubblicato-il-programma-del-pgday/

Pubblicato su Informatica, PostgreSQL. Tag: , , , , , , , , , , , . Commenti disabilitati su Pubblicato il programma del PGDay 2012

Perché non prenotare con booking.com

Buonasera a tutti,

Molti, non tutti, in questa estate abbiamo avuto l’opportunità di poter andare in ferie qualche giorno. Vedere qualche posto nuovo, conoscere persone nuove, paesaggi e culture nuove. Personalmente, quando prenoto, sto attento molto ai particolari e alle recensioni di tripadvisor.it. Perché, secondo me, sono i piccoli particolari che fanno la differenza tra un buon soggiorno e un pessimo soggiorno: i servizi base (tv, letto, bagno…) gli danno tutte le strutture ricettive.

Ci sono diverse categorie di persone, come nella vita comune, che viaggiano. Ci sono quelli a cui piace andare in agenzia di viaggi, nelle quale riversa un buon livello di fiducia e si sente “protetto e coccolato”, per programmare (più o meno nel dettaglio) tutta la vacanza. Ci sono persone da “zaino in spalla” che partono senza prenotare nessuna struttura ricettiva e si accontentano di ciò che trovano. Ci sono anche i viaggiatori fai-da-te, che girellano su internet, valutano e poi decidono di prenotare (prima o dopo esser partiti). Mi ritengo io appartenente all’ultima categoria di queste persone. Ma, come detto prima, è il dettaglio a fare la differenza.

Ci sono siti (come ad esempio booking.com) che promettono che il prezzo a cui state prenotando è il minore che troverete in rete. Se siete un po’ curiosi, cercate on line “parity rate” e documentatevi. Io ho trovato questo sondaggio effettuato da Bookingblog.com con i seguenti risultati:



Inoltre, sempre su bookingblog.com si può trovare come le strutture ricettive, qualora volessero, avrebbero almeno una decina di metodi per infrangere legalmente il parity rate imposto dalle OTA a questo indirizzo. Perciò, per curare il dettaglio che voglio nelle mie vacanze, prenoto quasi sempre contattando la struttura per mail, dicendo esplicitamente che ho visto il prezzo su booking, così gli do il tempo di riflettere su cosa possono offrirmi/scontarmi. E, signori, soprattutto in Italia, funziona.

Le strutture risparmiano le commissioni, io risparmio i servizi accessori o qualcos’altro, e taaaaccc… il gioco è fatto.

Perché continuate a prenotare su booking?


Share

Pubblicato su viaggi. Commenti disabilitati su Perché non prenotare con booking.com

Call for papers – PGDay 2012

PGDay 2012 - Scopri il più avanzato database open-source

Lo staff di ITPUG, Italian PostgreSQL Users Group, è lieto di annunciare che sono aperte le selezioni per paper, interventi, seminari e tutorial relativi al PostgreSQL Day (PGDay) 2012 (sesta edizione dell’evento).

Il PGDay è la giornata nazionale dedicata interamente a PostgreSQL, il più avanzato database Open Source al mondo. Durante l’evento, sviluppatori, amministratori, traduttori, appassionati e in generale membri della comunità italiana ed internazionale possono incontrarsi, scambiarsi idee, informazioni e apprendere tutte le ultime novità su PostgreSQL.

All’evento parteciperanno ospiti della comunità internazionale PostgreSQL che terranno talk (anche in lingua inglese) sullo stato dell’arte del progetto.

Durante il PGDay 2012 vi saranno:

  • talk regolari (ricerca nel campo dei database, algoritmi e ottimizzazioni, tecniche di amministrazione, disaster recovery, replica, programmazione)
  • lightining talk (talk brevi della durata massima di 5 minuti, ad esempio per far conoscere il proprio progetto legato a PostgreSQL)
  • tutorial (mini corsi per facilitare l’apprendimento e l’adozione di estensioni, librerie, e altro legato al mondo PostgreSQL)
  • sessioni interattive di laboratorio, ove sarà possibile apprendere e mettere in pratica immediatamente le nozioni acquisite, sperimentando le feature di PostgreSQL.

Per tenere un talk al PGDay 2012 occorre inviare il proprio lavoro al comitato di revisione. Il lavoro verrà attentamente revisionato per l’accetazione e gli autori saranno notificati circa l’accetazione o il rifiuto del talk.

È possibile prenotare un posto per stand, inviando i dettagli circa il prodotto (o i prodotti) che si intendono esibire al comitato di revisione. È possibile presentare anche prodotti non Open Source, avendo però cura di specificare la licenza e il legame con PostgreSQL, nonché i vantaggi derivanti dall’uso di PostgreSQL e gli eventuali contributi forniti alla comunità. È inoltre possibile presentare servizi correlati a PostgreSQL, ad esempio consulenza e hosting, presentando in maniera dettagliata al comitato di revisione le modalità di fruizione dei servizi stessi. Per maggiori informazioni, si faccia riferimento alla sezione dedicata alle partnership per l’evento.

Per presentare un tutorial su argomenti avanzati di amministrazione o programmazione di un cluster PostgreSQL è necessario inviare il proprio lavoro al comitato di revisione illustrando dettagliatamente il materiale didattico, le necessità hardware/software e gli eventuali requisiti minimi per la partecipazione al tutorial stesso. Tutti i tutorial devono includere una demo interattiva e possono durare al massimo 60 minuti. Il materiale didattico (ad esempio dispense, code snippets, howto, ecc.) è completamente a carico del relatore (o dei relatori) del tutorial, e deve essere disponibile gratuitamente in forma stampata o elettronica ad ogni partecipante.

È possibile fare richiesta immediata per la presentazione di un lightining-talk (massimo 5 minuti) inviando l’argomento e la scaletta del talk al comitato di revisione. È tuttavia possibile registrarsi direttamente all’evento per discutere un lightining-talk, previa autorizzazione degli organizzatori e disponibilità di slot di tempo.

Per inviare il proprio lavoro occorre scrivere una e-mail a pgday2012@itpug.org entro e non oltre il 30 settembre 2012, avendo cura di specificare le seguenti informazioni:

  • autore/i del lavoro e relatore designato (è possibile presentare un lavoro congiunto con un massimo di tre relatori);
  • titolo del lavoro e contesto scientifico/applicativo. Nel caso si tratti di un tutorial specificare in modo esplicito la natura e lo scopo del tutorial stesso;
  • un abstract di massimo 2000 parole che spieghi in maniera dettagiata e concisa il lavoro stesso;
  • le eventuali risorse necesarie (connessioni Internet, computer per demo) e la loro disponibilità da parte dell’autore/i;
  • il tempo stimato per il talk. A tal fine si tenga presente che un singolo talk non puo’ superare la durata massima di 30 minuti e non può durare meno di 5 minuti (lightning talk). Nel caso di tutorial la durata minima deve essere di 30 minuti e la durata massima di 60 minuti.

Le informazioni di cui sopra devono essere inviate in formato testuale.

La commissione di revisione si riserva il diritto di valutare le informazioni pervenute e di richiederne ulteriori qualora necessario.

Tutti i lavori pervenuti (talk, lightning talk, tutorial) e accettati dovranno essere preparati per la presentazione in accordo alle linee guida che verranno fornite agli autori.

Per maggiori informazioni, visitate il sito http://2012.pgday.it/.

Il Comitato Organizzatore
Associazione Culturale ITPUG – Italian PostgreSQL Users Group

Riferimenti e contatti:
* Sito web: http://2012.pgday.it/
* E-mail per informazioni: pgday2012@itpug.org

Pubblicato su Informatica, PostgreSQL. Tag: , , , , , , , , , , . Commenti disabilitati su Call for papers – PGDay 2012

Sitcom “Bagnini” – un capolavoro tutto Toscano

Buonasera a tutti,

non posso fare a meno di redimermi di scrivere qualche cosina riguardo a questa nuova sitcom tutta Toscana, che a me ha fatto schiantare dalle risate solo dall’episodio pilota, a cui sta lavorando un cast tutto d’eccezione e rigorosamente toscano!

Solo per nominare qualche componente del cast: Sergio Forconi, Katia Beni, Ciccio Toccafondi e Stefano Martinelli. Un cast con tanta esperienza, tanta gioventu e tanta tanta tanta (aiutatemi a dire TANTA) voglia di fare e di far ridere.

Ho saputo della realizzazione di questa sitcom da internet, ormai, si sa, sulla rete si trova d’ogni cosa. Ma, appena visto il primo episodio della puntata pilota, non ho resistito dal vedere immediatamente le altre due. In questo post, vi propongo la prima.

Il tutto è ambientato a Marina di Pisa, al “Bagno Impero”, dove lavorano due tuttofare: Ciccio e Stefano. Prende vita così la stagione estiva al bagno, tra la perplessità di Lora e la speranza di Impero (i proprietari del Bagno) che tutto possa andare liscio come ne le precedenti stagioni estive.

Che altro dire… Questi ragazzi si fanno in quattro per portare un po’ di Toscana a giro per l’Italia e per provare a farci fare quattro risate, magari dopo una giornata passata tra i problemi della routine quotidiana. Perché non gli facciamo un po’ di pubblicità e non li seguiamo un po’?

Il sito ufficiale dell’opera è http://www.sitcombagnini.com/, dove potete trovare tutti i contatti necessari per tenervi informati (Facebook, Twitter, Youtube…).

Seguiteli, non ve ne pentirete!

Diego.


Share

Pubblicato su Film, varie. Tag: , , , , , , . Commenti disabilitati su Sitcom “Bagnini” – un capolavoro tutto Toscano

Ricordi di 20 anni fa

E son passati 20 anni da quando, ancora bambino, fui richiamato a casa da un urlo (ancora funzionava cosí: i bambini non avevano il cellulare) di mia madre dai giardini. Si sentiva nell’aria paura del domani, non si sapeva cosa potesse succedere con quella (questa) guerra in corso tra Mafia e Stato. Come per il delitto Mori, Dalla Chiesa o Falcone, speravamo ed attendevamo la smentita.

Incantato davanti alla tv, poi, arrivarono le prime immagini. Inequivocabili. Quella via completamente sventrata, con le macchine irriconoscibili.

Un’altra vita spezzata. La vita di un cittadino che faceva del suo meglio a lavoro, di un magistrato che non guardava in faccia nessuno e non si fidava più neanche dei suoi amici. Voglio ricordarli sorridenti, con la sigaretta tra le dita, in quella foto che campeggia nelle nostre menti e nei nostri cuori.

Voglio salutarli e ringraziarli, perché hanno sacrificato la loro vita per farci capire che possiamo, se vogliamo, modificare il mondo di cui facciamo parte migliorandolo, impegnandoci e non ignorando o fregandosene. Far finta di niente, lasciar perdere e far scorrere tutto convinti che tanto “a noi non possa toccare” é il comportamento che nutre tutte le mafie di questo mondo.


Share

Pubblicato su pensieri e parole. Tag: , , , , . Commenti disabilitati su Ricordi di 20 anni fa
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.376 follower